La filiera della lana, la sfida di un percorso da ricostruire

Solo una piccola parte delle 9mila (o 12 mila) tonnellate prodotte ogni anno finisce sul mercato. Il resto diventa rifiuto speciale. Dalle Marche al Piemonte, dalla Toscana alla Lombardia, allevatori e tessitori hanno creato alleanze per valorizzare risorse e territori.

La lana, fatta eccezione per una parte che arriva sui mercati esteri è così destinata alla discarica. E’ in questo scenario che opera la nostra cooperativa di comunità Filo&Fibra che recupera la lana dai pastori e la trasforma in   materiali finiti , avvalendosi  della sapienza di aziende e coinvolgendo sarte ed artigiani  del territorio.

Nel corso di 2 anni F&F ha ricostruito la filiera della lana Ordinaria e Appenninica, ormai in esaurimento, che percorre Italia e isole. Ad oggi,  possiamo dire di avere chiaro un percorso di utilizzo (abbigliamento escluso) della lana lavata e carbonizzata per la produzione di lavorati e semilavorati.

La lana prodotta in Italia non trova spazio nel mercato tessile nazionale perché poco pregiata: le sue fibre, spesse e grossolane, non sono adatte ai materiali industriali.

La manifattura di Filo&Fibra

Filo & Fibra ha così prodotto, in collaborazione con ditte e artigiani locali:

gomitolo pura lana vergine

Gomitolo in pura lana vergine

  1. Filato di lana sarda e appenninica e tecnica di  tintura con prodotti vegetali (Toscana e Sardegna)
  2. Lavorazione del filato prodotto con macchine da maglierie (Amiata- Toscana
  3. Orbace (tessuto storico di lana) Sardegna
  4. Materassi  tradizionali in lana con molle plastic-free, trapuntino, futon, cuscini trapuntati e tradizionali, divani (Toscana – Piemonte)
  5. Interno cassetta di cottura  e pietanziere termico “Otto Fagotto“(Toscana)
  6. Cardato (Toscana)
  7. Feltro manuale/artigianale (Italia) con l’Associazione Italiana Tessitori

Da sempre attente al tema della sostenibilità e della tracciabilità, ecco cosa abbiamo raccolto.

Altri impieghi con la lana: esperienze e laboratori

  1. Laboratori e workshop. Filo & Fibra promuove l’utilizzo della lana e del feltro: con il motto “la lana non si butta!” la coop progetta esperienze nel territorio e realizza periodicamente laboratori nel centro e punto vendita “la Fucina di F&F” .
  2. Piccolie e grandi a lavoro

  3. Sperimentazione & Ricerca. La coop è costantemente alla ricerca di nuove forme di sperimentazione ed utilizzo della materia prima: ad oggi ha attivato un progetto di indagine conoscitiva sulla produzione di lane rustiche in collaborazione con l’Associazione Post Industriale Ruralità artefici del progetto “Coltivare in lana” e l’ente italiano più importante per la ricerca dell’agroalimentare: il  CREA
  4. Intrattenimento & gioco: campi estivi per  bambini e ragazzi

 

Fiere e Mostre

I prodotti sono stati presentati alla fiera Fa la cosa giusta 2019 e 2022, Design no brand Fuorisalone, Castello di Paderna, Mercato Circolare di Milano al Festival dell’ospitalità di Nicotera e in altri luoghi. Condividendone le finalità, la coop ha instaurato una stretta collaborazione con Giacimenti Urbani di Milano.

 

I prodotti F&F sono garantiti Bandiera Arancione dal TCI